Contabilità Semplificata con Gea.Net

Il grosso vantaggio della contabilità semplificata riguarda la possibilità di eliminare alcuni registri riportando la voci di spesa e di ricavo direttamente sui registri IVA, assieme alle fatture emesse e ricevute.

Per gestire la contabilità semplificata predisporre le tabelle :

  • Piano dei Conti: Stesse voci della contabilità ordinaria ovvero Clienti, Fornitori, IVA vendite, IVA acquisti, Costi, Ricavi, Acquisti, Stipendi, Spese, Ammortamenti, Banche, Cassa.
  • Codici IVA: Per le operazioni di costo o ricavo che non sono fatture bisogna predisporre anche un codice iva ‘fuori campo iva’. (codice FC).

Gea.Net non dispone di un particolare registro IVA per la contabilità semplificata, ma vengono utilizzate le stesse funzioni per la stampa dei registri utilizzati dalla contabilità ordinaria.

Di conseguenza vengono riportate sul registro IVA solo le scritture contabili con determinate caratteristiche :

  • Che hanno causale con codice compreso in un gruppo prestabilito nelle impostazioni di Gea.Net. Per impostazione predefinita questo range va dal codice “10” al codice “1Z” per il registro IVA Vendite e dal codice “20” al codice “2Z” per il registro IVA Acquisti.
  • che presenta almeno una riga con conto “IVA Vendite” o “IVA Acquisti”

La registrazione del movimento contabile può avvenire registrando direttamente il movimento di prima nota oppure creando una fattura virtuale. Per semplicità si consiglia di utilizzare la prima modalità ma in seguito vedremo anche come creare una fattura virtuale.

Se si sceglie di creare direttamente il movimento di prima nota senza intaccare l’archivio fatture occorre predisporre la tabella Causali di Contabilità prevedendo una serie di causali con codice compreso nel range definito nelle impostazioni. Nel database con le impostazione di base sono già presenti alcune voci come “Scheda Carburante” o “Documento riepilogativo”. Per queste voci come eventuali altre si volessero aggiungere, devono essere inseriti i tre conti da movimentare

  • Conto Dare
  • Conto Avere
  • Conto IVA

Per la Scheda Carburante ad esempio questi potrebbero

  • Conto Dare : Spese di Trasporto (5501002)
  • Conto Avere : Cassa (1001001)
  • Conto IVA : IVA Acquisti (3001003)

Se non si indicassero queste voci si dovrà inserirle tutte durante la creazione del movimento contabile. Ne consegue che relativamente al nostro esempio anche qualora si procedesse a pagare il carburante alternativamente per cassa o con assegno, converrebbe prevedere comunque una voce in Avere (la più utilizzata) salvo poi modificarla durante la registrazione del movimento.

Per registrare il movimento vero e proprio si deve accedere alla funzione di gestione “Movimenti di Prima Nota” creando un nuovo movimento. Come prima operazione si deve selezionare la causale e Gea.Net chiederà l’importo della registrazione. A questo punto l’operatore è libero di modificare il movimento come desidera, movimentando anche più conti rispetto ai tre proposti. Tuttavia bisogna ricordarsi di :

  • Inserire una descrizione del movimento che verrà riportata sul registro IVA come causale
  • Modificare il Conto IVA specificando l’Importo Imponibile e impostando il campo Esenzione a “Fuori campo IVA” (codice FC) ma lasciando importo uguale a zero sia in Dare che in Avere

Il numero di protocollo che verrà assegnato automaticamente al momento del salvataggio seguirà la serie di base mischiando di conseguenza fatture e voci di spesa o di ricavo. Per maggior chiarezza l’utente potrebbe decidere di riservare un sezionale separato per le voci di spesa o di ricavo inserendo la serie (ad esempio Z) e il numero del protocollo ma in questo caso la corretta sequenza deve essere gestita manualmente.

Creazione di Movimento di Prima Nota con Fattura Virtuale

Questa prassi non è la più veloce ma può essere adottata se si vuole avere una corrispondenza diretta tra l’archivio fatture e i registri IVA. Occorre fare uno sforzo concettuale considerando ogni voce di ricavo o costo come un cliente o fornitore virtuale al fine di fare comparire sul registro IVA le diverse voci di ricavo o di costo.

Quindi devono essere codificati come clienti o fornitori anche i costi e ricavi che dovranno essere annotati sui registri IVA.

  • Tipo Fattura : Per le operazioni di costo o ricavo che non sono fatture bisogna predisporre anche un tipo fattura “FATTURA VIRTUALE” (codice FV) la cui serie sia “Z” al fine di non mischiare la numerazione dei protocolli con le fatture di vendita reali.
  • Clienti e Fornitori Bisogna inserire, oltre ai normali clienti e fornitori, come clienti e/o fornitori anche i costi e ricavi che non avranno fatture ma movimenti che dovranno comparire sui registri IVA. Per esempio un cliente e fornitore ‘Banca‘ per registrare interessi e spese bancarie, un fornitore ‘Stipendi’ per registrare i costi del personale, un cliente ‘Ricavi diversi’ per registrare ricavi non derivate da fatture emesse o vendita per corrispettivi. Come per i clienti/fornitori reali anche su ogni cliente e su ogni fornitore virtuale si deve impostare la contropartita vendite e/o acquisti. Per i virtuali ricordarsi anche di spuntare la voce “Escludi da Spesometro”.

Registrando una fattura virtuale nell’archivio delle fatture (attive o passive) si creerà automaticamente anche il movimento di prima nota ma occorre ricordare di impostare sempre il campo Esenzione a “Fuori campo IVA” (codice FC).

Si ricorda che le fatture attive vengono registrate in contabilità solo al momento in cui sono stampate perciò occorre creare una stampa o un anteprima di stampa che non dovrà essere conservata.

Per la registrazione delle spese di acquisto si consiglia di non usare la funzione “Inserimento fatture passive” che risulterebbe più veloce ma registrerebbe una fattura reale. Se fosse usata per errore dovrebbe essere ripresa la fattura registrata modificando il tipo in “fattura virtuale”.

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: