Installazione Sorgenti Gea.Net

I codici sorgenti sono stati scritti in Visual Basic .NET pertanto per poterli modificare è necessario installare sul proprio computer Visual Studio .NET la cui versione minima è indicata alla pagina http://www.fborghi.it/sorgenti.htm

Di seguito vediamo come eseguire l’installazione e la prima compilazione di Gea.Net PRO, di Gae.Net Basic o di Gea.Net Web.

Sono previste due o tre cartelle dove sono posti i sorgenti che possono assumere nomi diversi ma che fondamentalmente hanno le stesse funzioni. Le cartelle sono ..\CLASSNET , ..\CLASSGEA o ..\GEANET e con le relative sottocartelle.

La cartella CLASSNET è presente in tutti i progetti.

La cartella CLASSGEA e presente solo in Gea.Net Web. In Gea.Net Basic e in Gea.Net PRO 4.4 (o precedenti) il suo contenuto è incluso nella cartella GEANET. Nelle versioni PRO future sarà estrapolata come da schema di Gea.Net Web.

La cartella GEANET può assumere nomi diversi (Geanet5, GeaNetWeb, ecc.) in base alle varie versioni dei prodotti.

E’ sufficiente copiare queste cartelle sulla radice del proprio disco C o in altra posizione assicurandosi di posizionarle in modo che siano “sorelle” (es. C:\GEANET , C:\CLASSGEA e C:\CLASSNET ). Di seguito riporteremo “..\” per indicare la cartella padre.

Sia GEANET che CLASSNET si compongono di diversi progetti che analizzeremo meglio in seguito. CLASSGEA invece è composta da un unico progetto. Tutte sono racchiusi nella solution ..\GEANET\GEANET.SLN ( o GNWEB.SLN per Gea.Net Web) .

Pertanto per accedere ai sorgenti, dopo aver aperto Visual Studio, dovrà essere aperto “Apri Progetto” nel menu “File”, selezionando il file ..\GEANET\GEANET.SLN

Aprendo il progetto la prima volta possono comparire diverse centinaia di errori. Questo si verifica perché per ridurre lo spazio non vengono distribuiti gli eseguibili. Trattandosi di una solution composta da diversi progetti nidificati, i progetti presenti nei rami più bassi, non riuscendo a collegare i riferimenti , presentando appunto questi errori.

Tutto si risolve COMPILANDO o ESEGUENDO il progetto (F5) .

ClassNet

La cartella CLASSNET contiene alcuni progetti che possono essere riutilizzati anche per solution diverse. Essi sono ripartiti per macroarea e non conoscono in alcun modo quella che è l’attività di business. Allo stesso modo NON conoscono il database e le form del progetto principale. Per mantenere portabili questi progetti non deve essere utilizzato al loro interno un riferimento diretto agli oggetti del progetto principale ma nel caso usare una classe generica o usare tecniche di reflection per accedervi.

Le sottocartelle di CLASSNET sono i progetti di cui esso si compone :

  • ClsB_Base : contiene alcune classi generiche per la gestione del database, la gestione degli errori e dei log, la gestione delle stampanti, le traduzioni, la gestione di files di testo e XML, la gestione della crittografia.
  • ClsB_BaseForm : contiene alcune classi per la gestione delle form e alcuni user control o form di uso comune come le form di base per la gestione e presentazione di oggetti, le form di gestione dei dati da estrarre sugli elenchi da presentare a video, le taglie e colori, ecc.
  • ClsB_Office : permette la gestione di stampe in formato PDF o RTF e la gestione di documenti Microsoft Office.
  • ClsB_Sistema : contiene alcune classi per la gestione dei servizi, della security, di compattazione e di interfacciamento con il sistema operativo in genere

ClassGea

La cartella CLASSGEA (ClsB_Gea) contiene tutte le classi di business di Gea.Net o di Gea.Net Web e come accennato in precedenza potrebbe essere compresa nella cartella GeaNet .

GeaNet

La cartella GEANET contiene i progetti che rappresentano l’attività vera e propria di Gea.Net.

I progetti che lo compongono sono :

  • GEANET : il progetto di start della solution che contiene tra le altre anche la form di startup (BaseMenu.frm)
  • ClsB_Gea (se non compresa in CLASSGEA) : contiene tutte le classi di business di Gea.Net.
  • ClsB_GeaForm :contiene le form che sono comuni a diversi moduli come le form di ricerca dei documenti, di gestione delle anagrafiche e dei prodotti.
  • [Moduli] : I progetti di moduli iniziano con il prefisso AIM_ e rispecchiano la struttura modilaredell’applicazione

Il seguente schema dovrebbe rendere più chiara la struttura e le dipendenze dei progetti

clip_image002

Per completezza dovrebbero essere inclusi nello schema precedente anche i moduli ClsB_BaseUC e ClsB_BaseUC_Gruppi. Queste due librerie sono utilizzate nello stile WPF a completamento di Cls_BaseForm .

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: