Fattura Elettronica tra privati a rischio flop

La fatturazione elettronica tra privati rischia di rivelarsi un clamoroso flop. Nonostante la proroga al 31 Marzo, l’interesse dei contribuenti è quasi nullo.
I conti andranno fatti alla fine ma c’è chi azzarda che alla scadenza l’adesione sarà inferiore al 5%. Di fatto ciò comporterebbe un rinvio di almeno un anno.
Le ragioni sono molteplici anche se su tutte spicca la difficoltà di adeguamento tecnologico (soprattutto per le piccole imprese) e il vincolo pluriennale che determina l’impossibilità di tornare indietro se qualcosa va storto.

L’AE ha puntato molto su questo strumento per combattere l’evasione fiscale ma sull’argomento il clima si è rivelato piuttosto tiepido, se non avverso, fin dalle prime battute.
Non volendo o non potendo renderlo una misura obbligatoria si è cercata la via della persuasione con l’esenzione da alcuni obblighi fiscali, spesometro e black list in primis.
Contemporaneamente venivano inasprite le disposizioni di base ad esempio rendendo trimestrali comunicazioni che prima erano annuali (spesometro e liquidazione IVA).
Ma queste misure non sono piaciute ai professionisti del settore tanto che comporteranno un probabile sciopero dei commercialisti (ma forse sarebbe più giusto chiamarla serrata) dal 26 febbraio al 6 marzo. Ulteriore caos potrebbe poi essere apportato da sanzioni inflitte a clienti ma dovute a ritardi causate dallo sciopero stesso.

Allo stato attuale quasi tutti i sindacati e le associazioni di categoria sono scese sul piede di guerra, chi per rivendicare un aumento delle incombenze chi per chiedere ulteriori benefici a compensazione dell’incremento di attività gestionali.
Con queste premesse è difficile pensare positivo e bisogna aspettarsi ulteriori sviluppi.
Le vie d’uscite potrebbe essere tante, prima tra tutte le possibilità di compensare debiti e crediti verso lo Stato o l’adozione obbligatoria graduale partendo dalla grande impresa per arrivare al professionista solo quando lo strumento sarà ben rodato.
Bisogna vedere se si vogliono e se si riescono a perseguire.

Annunci