Nuovi Codici per la fatturazione elettronica

Da oggi 1 ottobre le specifiche tecniche della fatturazione elettronica cambiano per consentire all’Agenzia delle Entrate di svolgere nuovi servizi (dichiarazione IVA precompilata in primis).

Il provvedimento prot. 166579 del 20 aprile 2020 dell’Agenzia ha definito una nuova versione del tracciato xml della fattura elettronica (la 1.6.1). Con questo provvedimento si revisionano i codici di alcune tabelle per definire una informazione più dettagliata.
Le nuove specifiche tecniche entrano in vigore da oggi ma fino al 31 dicembre 2020 saranno accettati anche i codici della precedente 1.5. Dal 1 gennaio 2021 invece diventerà obbligatoria la nuova codifica e le fatture che riportano i vecchi codici saranno scartate.
Di conseguenza gli utenti Gea.Net, oltre a scaricare la nuova versione 6.0b, dovranno necessariamente intervenire sul proprio database apportando le modifiche ai codici come stabilito.
Si ricorda che i nuovi codici devono essere inseriti in Gea.Net variando quelli presenti ora nelle relative Tabelle e associati alle varie voci presenti.

Nuovi codici natura operazione
La natura delle operazioni definisce il tipo di esenzione/non imponibilità delle voci che non rientrano tra quelle imponibili (in buona sostanza quelle con “AliquotaIVA” uguale a zero).
Nella 1.5 erano previsti solo codici da N1 a N7 mentre ora è richiesto uno maggior grado di dettaglio per i codici N2,N3,N6 (vedi seguente tabella).
Questi codici dovranno essere associati alle varie voci presenti nella tabella Esenzioni a sostituizione dei codici natura N2,N3,N6 ora presenti.
N1 Escluse ex art. 15
N2 Non soggette (non più valido dal 1/1/2021)
N2.1 non soggette ad IVA ai sensi degli artt. Da 7 a 7- septies del DPR 633/72
N2.2 non soggette – altri casi
N3 non imponibili (non più valido dal 1/1/2021)
N3.1 non imponibili – esportazioni
N3.2 non imponibili – cessioni intra-UE
N3.3 non imponibili – cessioni verso San Marino
N3.4 non imponibili – operazioni assimilate alle cessioni all’esportazione
N3.5 non imponibili – a seguito di dichiarazioni d’intento
N3.6 non imponibili – altre operazioni che non concorrono alla formazione del plafond
N4 esenti
N5 regime del margine/IVA non esposta
N6 inversione contabile (non più valido dal 1/1/2021)
N6.1 inversione contabile – cessione di rottami e altri materiali di recupero
N6.2 inversione contabile – cessione di oro e argento puro
N6.3 inversione contabile – subappalto nel settore edile
N6.4 inversione contabile – cessione di fabbricati
N6.5 inversione contabile – cessione di telefoni cellulari
N6.6 inversione contabile – cessione di prodotti elettronici
N6.7 inversione contabile – prestazioni comparto edile e settori connessi
N6.8 inversione contabile – operazioni settore energetico
N6.9 inversione contabile – altri casi
N7 IVA assolta in altro stato UE

Nuovi codici Tipo documento
Allo stesso modo con la 1.6.1 anche il campo “Tipo documento” deve essere meglio specificato.
Anche in questo caso dovranno essere associati alle voci Gea.Net presenti nella tabella Tipi Fatture andando eventualmente a sostituire quelli ora presenti.
TD01 Fattura
TD02 Acconto/Anticipo su fattura
TD03 Acconto/Anticipo su parcella
TD04 Nota di credito
TD05 Nota di debito
TD06 Parcella
TD16 Integrazione fattura reverse charge interno
TD17 Integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’estero
TD18 Integrazione per acquisto di beni intracomunitari
TD19 Integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art.17 c.2 DPR 633/72
TD20 Autofattura per regolarizzazione e integrazione delle fatture (art.6 c.8 d.lgs. 471/97 o art.46 c.5 D.L. 331/93)
TD21 Autofattura per splafonamento
TD22 Estrazione beni da Deposito IVA
TD23 Estrazione beni da Deposito IVA con versamento dell’IVA
TD24 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, lett. a)
TD25 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, terzo periodo lett. b)
TD26 Cessione di beni ammortizzabili e per passaggi interni (ex art.36 DPR 633/72)
TD27 Fattura per autoconsumo o per cessioni gratuite senza rivalsa

Nuovi codici Modalita’ di Pagamento
Idem per le modalità di Pagamento che dovranno essere aggiornate nella tabella Pagamenti di Gea.Net
MP01 contanti
MP02 assegno
MP03 assegno circolare
MP04 contanti presso Tesoreria
MP05 bonifico
MP06 vaglia cambiario
MP07 bollettino bancario
MP08 carta di pagamento
MP09 RID
MP10 RID utenze
MP11 RID veloce
MP12 Riba
MP13 MAV
MP14 quietanza erario stato
MP15 giroconto su conti di contabilità speciale
MP16 domiciliazione bancaria
MP17 domiciliazione postale
MP18 bollettino di c/c postale
MP19 SEPA Direct Debit
MP20 SEPA Direct Debit CORE
MP21 SEPA Direct Debit B2B
MP22 Trattenuta su somme già riscosse
MP23 PagoPA

Anche le tabelle RegimeFiscale, TipoCassa, TipoRitenuta subiscono una variazione ma esse impattano solo su professionisti o aziende con regime fiscale non ordinario (RF01) caricato di default.


Maggiori info si possono trovare sul precedente articolo.

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: